Ritardi e fallimenti dietro il cantiere mai concluso di una piscina nel quartiere popolare di San Michele. Soldi buttati e tempo sprecato per realizzare un’enorme scatola vuota oggi in preda al degrado.

di Stefania Gambella | stefaniagambella@gmail.com 

La piscina, struttura situata tra via Abruzzi e via Campeda nel quartiere di San Michele a Cagliari, doveva essere realizzata nel 2009. Tuttavia nonostante l’opera sia già stata costruita per tre quarti, i lavori sono fermi da oltre dieci anni: a bloccarli un contenzioso sorto tra l’impresa appaltatrice e l’amministrazione comunale. Oggi si può ammirare solo un grande cantiere ormai fantasma.

Secondo la dettagliata ricostruzione  fatta nel 2012 dal quotidiano L’Unione Sarda, la storia comincia nel 2004. Cagliari era governata dal centrodestra di Emilio Floris che stanzia oltre due milioni di euro per realizzare un centro con campo da calcetto e piscina. Il progetto va avanti e dopo una serie di approvazioni intermedie, nel 2008 arriva quella definitiva del Consiglio comunale. Ad aggiudicarsi l’appalto per 1,6 milioni, riporta il quotidiano, sono la cagliaritana Pmm Costruzioni e la Sarcobit di Monserrato. Dopo l’avvio dei lavori, nel 2009 qualcosa però va storto: “la Sarcobit fallisce, la Pmm procede da sola. Agli iniziali 588 giorni concessi per realizzare l’impianto se ne sommano altri 60″. Ci sono ritardi, che si protraggono. A nulla vale l’ultimatum del Comune  che poi nel 2012 si vede costretto a rescindere il contratto con l’impresa.

  • Piscina via Campeda

Passano gli anni. novembre 2014. Nel bilancio comunale 500 mila euro di fondi per completare la piscina, i lavori inizieranno l’anno prossimo.  Si arriva ad agosto 2015: a distanza di anni la scena è identica. All’interno dei 1.649 metri quadri di coperto ci sono pure le porte, ammassate l’una sull’altra sul muro. All’esterno cumuli di macerie, travi di legno e tubi di plastica. La struttura oggi è diventata dimora per senzatetto e tossicodipendenti. Nonostante le promesse fatte nel corso degli anni da consiglieri e assessori comunali nella piscina di San Michele è tutto fermo.


Aggiornamenti
novembre 2016 San Michele, rilancio in vista per la piscina incompiuta: il progetto


The following two tabs change content below.

Stefania Gambella

Ultimi post di Stefania Gambella (vedi tutti)

One thought on “Due milioni per una piscina senz’acqua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *